Equipaggiamento

Volete iniziare e non sapete di cosa avete bisogno? Probabilmente nulla oltre al vostro smartphone, ma se come me voelte essere un po’ più coinvolti in questa attività, lasciatevi dare qualche consiglio e suggerimento su ciò che potreste portare con voi. Elencherò di seguito tutto quello che metto nello zaino quando esco a fare geocaching e trekking. Tutti i link (o quasi) portano al mio programma affiliazione di Amazon, quindi se doveste acquistare qualcosa da lì ci guadagnerò qualcosina 🙂

  • eTrex 20x: questo è il primo oggetto che ho comprato quando ho iniziato. E’ il GPS che uso tutt’ota, dove carico tutte le mappe e i waypoint delle passeggiate che voglio fare. Uso QMapShack per pianificare il tragitto e mi porto dietro un paio di pile extra. Il rapporto qualità/prezzo è magnificot;
  • Mountaintop DSM6000: il mio zaino. Ha un sacco di spazio e il prezzo è ottimo. Molto flessibile e con molte tasche in modo da avere veloce accesso a tutto quello che mi serve. Ho iniziato con uno zaino più piccolo che avevo a casa, ma ormai porto con me talmente tante cose che non mi bastava più;
  • Merrell – Moab Mid Gtx: scarpe da trekking che ho comprato appena ho iniziato ad inoltrarmi fuori strada, dato che non ne possedevo un buon paio. Un ottimo investimento, anche perchè sono impermeabili, quindi posso facilmente guadare piccoli torrenti.. Presto le cambierò probabilmente per delle scarpe da trail, vi terrò aggiornati;
  • CMP Pile: non soffro il freddo solitamente, ma non sarei riuscito a fare le uscite invernali senza questo pile. Molto comodo, pesa pochissimo e mi protegge dal vento tagliente che si trova spesso sui crinali;
  • Midland G9 PMR446: questa è una delle ultime aggiunte al mio equipaggiamento ma è estremamente utile: di recente ho scoperto il progetto RERAMONET, dove chiunque si può liberamente iscrivere e usare una radio come questa per notificare agli altri iscritti la propria posizione. In questo modo, se qualcosa dovesse andare storto e non foste più in grado di contattare il soccorso alpino, almeno qualcuno ha un’idea di dove foste. Trovo questo servizio magnifico, quindi ho comprato una radio per usarlo;
  • Calzini da Trekking: può sembrare stupido, ma avere un buon paio di calzini può fare la differenza tra una tranquilla passeggiata e un piede pieno di vesciche;
  • EZVIZ S1 e qualche strumento extra: ho deciso di fare alcune prove con un action cam, e questa è una delle più economiche che ho trovato. Ha una buona qualità e molti accessori, l’unica cosa in cui defice è sicuramente la stabilizzazione. A parte ciò mi permette tranquillamente di registrare intere camminate;
  • Molte mappe cartacee: raramente si possono acquistare online ma le porto sempre con me, in modo tale che anche se dovesse morirmi il GPS sono comunque in grado di orientarmi;
  • Fischietto/Termometro/Bussola: comprato in un negozio di articoli sportivi locale perchè costava pochissimo, il fischietto può essere utile per comunicare la propria posizione;
  • Torcia frontale Petzl Tikkina: rivelatasi utilissima specialmente in autunno/inverno, quando spesso la mattina presto è ancora buoi. Molto leggera e facilmente indossabile, fa moltissima luce;
  • Geocaching stamp: timbra il mio nome, la sigla TFTC e il simbolo di un escursionista;
  • Berretta Marmot: molto comoda per le giornate più fredde;
  • Guanti Ziener: guanti leggeri, permettono comunque di avere una buona presa;
  • Repellente per insetti: quando esco in primavera/estate, si risvegliano un sacco di insetti e non aspettano altro che trovare un brandello di pelle scoperta su cui pasteggiare;
  • Kit di Primo Soccorso: non si sa mai quando qualcosa può andare storto: avere con sè un kit di bende, forbici, cerotti e altro può salvarti da piccoli inconvenienti;
  • Bussola: con le tecnologie di oggi non è ovviamente obbligatoria, ma dato che voglio imparare a orientarmi semplicemente con bussola e mappa, ne ho comprata una.